27 feb, 2017

Morire lavorando: una realtà che puoi evitare con un semplice accorgimento

In ogni istante dell'attività lavorativa, l'esposizione ai rischi, specialmente se causano lesioni permanenti o addirittura morte, deve essere nulla.

Il datore di lavoro ha il dovere di garantire la salute e la sicurezza del proprio dipendente attuando le misure di prevenzione e protezione previste dalla Legge.

Per ridurre al minimo i rischi e prevenire gli infortuni, il datore di lavoro deve dare maggior importanza ai provvedimenti diretti ad eliminare o ridurre i pericoli alla fonte e a salvaguardare i lavoratori mediante mezzi di protezione.

La sicurezza non è mai abbastanza.
Nell'ambito delle problematiche connesse alla sicurezza sui luoghi di lavoro, l'uso dei carrelli elevatori per la movimentazione della merce, ha sempre evidenziato una situazione di rischio: il ribaltamento accidentale del mezzo.

Il PilotProtector è un sistema di ritenuta di alta qualità per carrelli elevatori a forca, che offre una protezione effettiva al conducente nel ribaltamento laterale del carrello elevatore, in conformità alla direttiva 95/63/CE.

I Crash Test dimostrano che la sicurezza non è mai abbastanza

  • crashvert-3
  • crashvert

Continui e numerosi i ribaltamenti

(ANSA) - CESENA, 26 AGO 2011 - Ha cessato di vivere nel tardo pomeriggio di ieri nel reparto di rianimazione dell'ospedale Bufalini di Cesena Manuel Sbrighi, l'operaio di 40 anni che martedi' era rimasto schiacciato da un muletto elevatore.


L'incidente e' avvenuto nell'azienda Mp Service nella frazione di Torre del Moro. Sbrighi, dipendente dell'impresa, si stava occupando della manutenzione del mezzo quando questo e' caduto dal piedistallo e gli e' finito addosso. Da subito le condizioni dell'uomo erano apparse gravissime per lesioni alla testa e al torace. (ANSA).

http://www.ansa.it/web/notizie/collection/regioni_emiliaromagna/08/26/visualizza_new.html_731647441.html

(ANSA) - FIRENZE, 21 LUG 2011 - Un uomo di 52 anni e' morto stamani in un incidente sul lavoro avvenuto in un magazzino della Coop a Scandicci (Firenze). In base a una prima ricostruzione, l'uomo sarebbe rimasto schiacciato sotto il muletto che stava guidando e che si e' ribaltato. Sul posto, i carabinieri e le ambulanze del 118.(ANSA).

http://www.ansa.it/web/notizie/collection/regioni_toscana/07/21/visualizza_new.html_783269256.html

Prognosi riservata per il titolare di un supermercato di casalinghi ed elettrodomestici di Copertino. L'uomo è rimasto schiacciato dal carrello che si è ribaltato durante il trasporto di una balla

07/04/2008 Il carrello si ribalta e il titolare resta intrappolato
Incidente sul lavoro a Copertino, dove intorno alle 14 il titolare di un supermercato di casalinghi ed elettrodomestici del posto è rimasto gravemente ferito in seguito al ribaltamento di una balla, contenente forse un frigorifero, che l'uomo si accingeva a trasportare con l'aiuto di un carrello idraulico nel deposito di via Corsica.

Non si conosce al momento la dinamica esatta dell'incidente, anche se si sarebbe potuto trattare di uno scivolamento, ma di certo c'è che il rovesciamento improvviso del carrello ha consentito all'imballaggio di andare a finire direttamente sul titolare del punto vendita, Antonio Ingrosso, 50 anni, di Copertino. La vittima è rimasta ferita al cranio e i sanitari del 118, giunti sul posto, dopo aver provveduto alle prime cure hanno trasportato l'uomo d'urgenza presso il "Vito Fazzi" di Lecce. Ora Ingrosso si trova ricoverato nel reparto di Neurochirurgia per un forte trauma cranico e i medici per lui si sono riservati la prognosi.

(ANSA) - LA SPEZIA, 4 OTT 2011 - Incidente sul lavoro in un cantiere all'interno della questura di La Spezia. Un operaio di 47 anni, G.M., responsabile di una ditta di Cuneo specializzata nell'installazione di pannelli di vetro, e' rimasto schiacciato tra il carrello su cui si trovava e la struttura del nuovo ufficio stranieri in costruzione. L'uomo ha riportato lesioni giudicate molto gravi dai soccorritori ed e' ora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Sant'Andrea. Rischia lesioni permanenti al cervello.(ANSA).

http://www.ansa.it/web/notizie/collection/regioni_liguria/10/04/visualizza_new.html_695454006.html

(ANSA) - CAMPOTENESE (COSENZA), 16 NOV 2011 - Un operaio di 27 anni, Fabio Bruno, di Morano Calabro, e' morto in un incidente sul lavoro in un cantiere per l'ammodernamento dell'A3, tra gli svincoli di Campotenese e Morano. L'operaio, dipendente della Uniter, impresa subappaltatrice, era su un carrello elevatore che si e' ribaltato schiacciandolo.

L'amministratore dell'Anas, Pietro Ciucci, ha nominato una commissione d'inchiesta interna per verificare le dinamica e le cause dell'incidente. (ANSA).

http://www.ansa.it/web/notizie/collection/regioni_calabria/11/16/visualizza_new.html_638310316.html

Marzo, 2010

Un operaio di 33 anni è morto ad Arzano, nel Napoletano, in seguito a un incidente sul lavoro.

Lorenzo Cammita è stato travolto da un muletto che stava riparando all’interno della ditta ‘Ipi’, specializzata in macchinari automatici. L’incidente si è verificato poco dopo le 18.

L’uomo stava lavorando accanto all’elevatore quando si il motore del macchinario si è spento. Ha cercato di farlo ripartire, ma all’improvviso si è ribaltato schiacciandolo.

L’operaio è stato trasportato presso l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli dove è deceduto.

Le verifiche compiute all’interno dell’azienda dalle forze dell’ordine non hanno riscontrato irregolarità.

da APCOM

Fabio Stradaroli ha perso la vita mentre era alla guida di un carrello elevatore che, per cause da accertare, si è ribaltato causando il decesso del malcapitato

Forlì, 26 febbraio 2011 - Fabio Stradaroli, operaio alla Centroplast, azienda specializzata nella produzione di sacchetti e contenitori di plastica, ha perso la vita intorno alle 9.20 a causa di in un infortunio sul lavoro a Meldola. L'uomo, considerato da tutti un operaio esperto, si trovava a bordo di un muletto, quando, per cause che sono al vaglio di carabinieri e medicina del lavoro, il mezzo si è ribaltato causando la morte dell’operaio. Dalle prime ricostruzioni sembra però che su una delle travi in cemento che compongono la capriata del tetto del magazzino siano stati trovati segni di un urto. L'ipotesi al momento più probabile è che l'operaio, dopo avere alzato di diversi metri le 'forche' del muletto per posizionare sugli scaffali piu' alti il materiale, non le abbia abbassate nel muoversi. L'urto con la trave avrebbe poi provocato l'improvviso ribaltamento del muletto.

Non si esclude però neppure la pista di una brusca sterzata che potrebbe aver sbilanciato il mezzo. http://www.ilrestodelcarlino.it/forli/cronaca/2011/02/26/465442-meldola_operaio_muore.shtml

(ANSA) - TRENTO, 30 LUG 2011 - Un anziano agricoltore e' morto in seguito al ribaltamento del proprio trattore avvenuto poco prima delle 11 a Ischia di Pergine. Vano l'intervento dei sanitari del '118' con l'ambulanza e l'elicottero. L'uomo, di cui al momento non si conoscono le generalita', e' deceduto sul colpo. Da una prima ricostruzione l'uomo e' rimasto parzialmente schiacciato dal mezzo agricolo che si e' rovesciato su un fianco.

Accertamenti sono condotti dai carabinieri. (ANSA).

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/trentino/2011/07/30/visualizza_new.html_760213906.html